La volpe è un animale spesso fotografato perché facile da attirare con cibo, ci sono esemplari in parchi nazionali che sono mèta di pellegrinaggi fotografici proprio per questo. Quel tipo di foto non mi interessa, l’incontro deve essere casuale e non facilitato da metodi poco etici.
Anche per questo motivo non mi ci sono mai dedicato con passione, animale troppo inflazionato. Ai concorsi c’è sempre una foto di volpe tra le premiate o tra quelle usate per pubblicità; essendo un canide è facile per la mente umana collegarla ad un cane domestico e quindi i pubblicitari la sfruttano per il consenso che porta. Gli esemplari che vedete ritratti sono tutti scappati quando si sono resi conto della mia presenza sul sentiero, alcuni sopportano di più le nostre attenzioni, ma quelli genuini mantengono comunque le distanze. Quella sulla neve mi stava venendo incontro su una strada, al sentire gli scatti si è finalmente accorta che ero accovacciato sotto la nevicata è ha scartato in mezzo ai cespugli. Devo dire che è un animale che non molla mai, spesso su strade e sentieri innevati le sue tracce sono una presenza costante, anche in zone frequentate dai lupi; suoi potenziali predatori ma che in realtà tollerano la sua presenza dedicandosi a prede più appetibili.