E poi la vedi, con i suoi giri in ampie volute, con la sua ombra da temere. La sensazione più bella è di essere alla loro altezza, o guardarle dall’alto salire, sperando in un volteggio vicino. Sono una presenza costante sulle Alpi, ma ogni volta vederle è una grossa emozione, come è vedere qualsiasi predatore in cima alla catena alimentare.
Ed è divertente vedere i litigi con gli altri uccelli, corvi imperiali ma anche gheppi, piccoli ma che non mollano mai.